top of page
  • giorgia dublino

Conversazioni Inaspettate.

Stamattina ho assistito a un'incontro sorprendente tra due giovani amici, probabilmente di circa 9 o 10 anni. Mentre si divertivano giocando a pallone, ho sentito che iniziavano a parlare di "stereotipi". Uno dei due ha chiesto all'altro cosa ne pensasse e se fosse normale che un ragazzo debba giocare a calcio, mentre una ragazza debba dedicarsi alla danza, senza poter invertire i ruoli. La risposta della bambina è stata semplice ma significativa: "Perché non giochiamo a palleggiare?". Forse non conosceva il termine "stereotipo", forse non aveva ancora una sua opinione formata, o forse semplicemente non sapeva cosa dire. I motivi potrebbero essere molteplici, ma una cosa è certa: a casa di quest'altro bambino, si affrontano e si discutono determinati argomenti.

Educare i propri figli senza pregiudizi richiede impegno e consapevolezza. Spesso, i pregiudizi possono essere radicati nella cultura, nella società o nelle esperienze personali, e possono influenzare la percezione e il comportamento di una persona. Affrontare questa sfida con obiettività significa guardare al di là degli stereotipi e delle concezioni preconcette. Significa essere aperti a diverse prospettive e permettere ai propri figli di esplorare e comprendere il mondo senza vincoli limitanti.

Questo approccio implica anche promuovere la diversità, favorire l'esposizione dei bambini a diverse culture, religioni, etnie, orientamenti sessuali e abilità. Inoltre, stimolare il pensiero critico, incoraggiare i bambini a fare domande e a analizzare le informazioni, sviluppa la loro capacità di valutare in modo indipendente ciò che vedono e sentono.

Essere un modello di comportamento è fondamentale, poiché i genitori sono il primo punto di riferimento per i loro figli. Mostrare apertura mentale, rispetto per gli altri e accettazione della diversità è essenziale per insegnare loro a fare lo stesso. Allo stesso modo, parlare apertamente di pregiudizi e stereotipi offre ai bambini la possibilità di comprendere cosa sono e come possono influenzare le persone, promuovendo la tolleranza e il rispetto.

Supportare la libertà di scelta è un altro aspetto cruciale, consentendo ai bambini di esplorare i loro interessi e di scegliere attività, hobby e percorsi educativi in modo libero, senza limitazioni basate su stereotipi di genere o altre concezioni predefinite. Infine, essere consapevoli dei media e della cultura pop è importante, poiché possono perpetuare stereotipi e rappresentazioni distorte della realtà. Monitorare e discutere ciò che i bambini vedono nei film, nei programmi TV e nei libri può aiutare a sviluppare una consapevolezza critica e una comprensione più profonda della diversità nel mondo che li circonda.

Quanti di noi hanno modificato il finale di favole come Peter Pan o Cenerentola per renderli più inclusivi e meno influenzati da stereotipi di genere?

Ricordiamoci che sono le piccole conversazioni come queste a plasmare la prossima generazione e a contribuire a un futuro più inclusivo e aperto.

Comments


bottom of page